Percorso - Azienda Agricola Fontefico

FONTEFICO

Si estende per circa 15 ettari vitati, coltivati con metodi biologici. Ogni vino proviene da un singolo specifico vigneto: CRU con caratteristiche uniche e irripetibili.

Questo è alla base della nostra filosofia di produzione che si incentra sulla scelta accurata di ogni elemento del vino a partire proprio dal vigneto per arrivare alla cernita di ogni singolo grappolo di uva.

Il lavoro dell’uomo è importante, ma l’ausilio della Natura è fondamentale: il nostro microclima conferisce un contributo determinante per la salubrità delle uve di Fontefico.

Sul promontorio di Punta Penna, i venti freschi e salini del Mar Adriatico attraversano costantemente le vigne mantenendole asciutte e sane. Nelle annate molto calde contribuiscono a contenere le temperature tra i filari.

Con l’inerbimento spontaneo e il sovescio nutriamo la terra e le piante. In estate, la copertura erbacea, come un tappeto isolante, mantiene fresca la superficie e protegge l’apparato radicale, limitando inoltre l’erosione del terreno.

Quando arriva la vendemmia, raccogliamo le uve rigorosamente a mano, le riponiamo in piccoli carretti o in cassette da 20 kg e le lavoriamo entro solo 20 minuti, per preservare al massimo la qualità.

FONTEFICO

E’ un’azienda agricola biologica che coltiva esclusivamente vitigni autoctoni e produce vini sul Golfo di Vasto. In questo angolo all’estremo sud dell’Abruzzo, le viti di Pecorino, Trebbiano e Montepulciano sono permeate dal vento salato e costante del Mar Adriatico, che caratterizza i vini di Fontefico per grande sapidità e mineralità. Ciascun vino proviene da una singolo e specifico vigneto, così ognuno di loro ha la sua identità. Il Pecorino Superiore è “la canaglia”, perché il vigneto è dispettoso e non si lascia domare, ma si fa poi perdonare con un vino superlativo.

Il trebbiano superiore è il “Portarispetto”, perché questo vitigno ne ha viste tante nel corso della sua storia, sfruttato troppo spesso solo per produrre tanta uva. Eppure, accogliendo i suoi grappoli con amore e rispetto, è capace di raccontare la nostra terra con un fascino speciale. Il Montepulciano d’Abruzzo è la “Cocca di casa”, perché dopo tutto questa resta l’uva prediletta, quella di cui si va più orgogliosi da queste parti. E così via… ogni vigneto e quindi ciascun vino ha la sua personalità, rappresentata in etichetta in un modo diverso annata dopo annata, per raccontare un aneddoto di quella specifica vendemmia e la storia di Fontefico. Una storia che parla di territorio e autenticità.