Castello del Trebbio “Lastricato” 2015 e Le verzure “Rosso Bruno” 2016, stessa regione, stesso vitigno, due modi diverse di intendere il Sangiovese….

Due meravigliose espressioni di Sangiovese che evidenziano ancora una volta come questo vitigno abbia trovato il suo ambiente naturale sulle colline della Toscana dove riesce ad esprimersi con una forza ed una longevità di rara intensità. Siamo sulle colline sopra Firenze, nel cuore del Chianti Rufina, zona meno considerata di altre realtà toscane, ma particolarmente vocata alla coltivazione del Sangiovese grazie al suo particolare microclima. E’ in questo territorio che l’azienda vitivinicola Castello del Trebbio produce il “Lastricato” seguendo alcuni principi della filosofia biodinamica sempre con un approccio poco invasivo sia in vigna che in cantina. Il risultato è un vino rosso dalla cifra stilistica inconfondibile che si contraddistingue per eleganza e sensazioni vellutate. Non molto lontano, a pochi km da Montalcino, nelle verdi colline Senesi troviamo l’azienda biologica certificata Le Verzure la quale negli anni è riuscita a trasformare i grandi campi coltivati ad erba medica in un orto di ulivi e in una bellissima vigna di sangiovese Grosso in cui produce due diversi cru, “Il Bruno” e appunto il “Rosso Bruno”. La filosofia produttiva adottata segue tutti i crismi dell’agricoltura biodinamica, gli interventi in vigna sono minimi e tutti mirati ad avere una piccola resa a favore di un’elevata qualità. Il “Rosso Bruno” è un vino di grande complessità e personalità, ampio ed equilibrato sia al naso che all’assaggio. Una grandissima acidità accompagnata da un tannino morbido ma ben presente evidenzia come questa bottiglia sia perfetta da bere subito ma con un importante potenziale di invecchiamento.

Due bottiglie diverse ma con la stessa anima, due grandissimi vini con un potenziale da veri fuoriclasse ad un prezzo super competitivo!!! Due bottiglie che non possono mai mancare in cantina!!!