Cerca
Close this search box.

Tiefenbrunner

Tiefenbrunner è una realtà produttiva storica dell’Alto Adige, una garanzia di qualità e affidabilità. Christof, con l’aiuto della moglie Sabine, rappresenta ormai la settima generazione della famiglia Tiefenbrunner, legata al mondo del vino sin dal 1848.

Noi, Sabine e Christof, siamo la quinta generazione ad occuparci della Tenuta Tiefenbrunner Castel Turmhof. Quest’eredità, colma di tradizione, è un privilegio e, nel contempo, un impegno da parte nostra nel continuare a scrivere la storia di Tiefenbrunner capitolo dopo capitolo, anno dopo anno, annata dopo annata.

Le nostre radici affondano profondamente nella storia. Il podere “Linticlar” fu menzionato per la prima volta nei registri ufficiali risalenti al 1225 d.C.. Reperti dell’età della Pietra e del Bronzo, rinvenuti nei pressi delle rovine del castello, attestano la presenza di insediamenti già in epoca preistorica. Nel 1848, il Turmhof fu inserito nel registro commerciale come azienda vitivinicola e ciò la rende una delle tenute più antiche di tutto l’Alto Adige.

Prima della fine della Seconda guerra mondiale, Herbert Tiefenbrunner (1928-2015) si avvicinò all’arte del mastro cantiniere alla giovane età di 15 anni. Nel 1968, sua moglie Hilde inaugurò il punto di ristoro. Nel 2000, è arrivato il nostro turno ad impegnarci nel portare avanti la cultura e la tradizione vitivinicole della nostra famiglia.

La nostra famiglia possiede circa 25 ettari di terreno a Niclara, Cortaccia e Magrè, tra i 250 e i 1000 metri di altitudine. Inoltre, riceviamo uve provenienti dai 45 ettari di terra di altri produttori, che collaborano fedelmente con noi da molti anni. Quest’attitudine ci impone cura e lavorazione attente delle risorse che la natura ci offre ed una perfetta conoscenza dei tratti distintivi del nostro territorio.

Lo splendido clima mite ed i terreni leggermente argillosi ad elevato contenuto calcareo costituiscono una perfetta base geoclimatica per lo sviluppo dei nostri vigneti, situati sul versante ovest della Bassa Atesina, accarezzati da un particolare microclima e da un’esposizione ottimale. L’armonia tra uomo e natura e la perfetta combinazione tra varietà e luogo di produzione abbracciano il nostro lavoro quotidiano, portato avanti nel nome della responsabilità nei confronti della terra che coltiviamo. Per noi, progresso è sinonimo di supporto dei processi naturali con l’esperienza delle generazioni passate e presenti, attenzione al dettaglio e minuzioso lavoro manuale.

È Meno è meglio. Anche in cantina ci lasciamo ispirare dal nostro motto. Il nostro enologo Stephan Rohregger che si è unito al nostro team nel 2007, ci appoggia nella più alta espressione delle specifiche caratteristiche delle singole varietà.

Un vino è come il delicato ingranaggio di un orologio: per creare l’armonia tra i vari elementi e stadi di lavorazione è necessaria un’interazione perfetta. Per mesi gettiamo le basi per una maturazione ottimale nel vigneto, per poi seguire minuziosamente lo sviluppo dei vini in cantina, senza falsificare il carattere ed il suolo di appartenenza delle diverse varietà. Vini onesti, senza fronzoli o esagerazioni: questo è ciò che perseguiamo.

La nostra linea di produzione prevede tre stadi: dal classico processo di vinificazione in acciaio o legno, alla conservazione ed invecchiamento in piccole botti di quercia/barrique e, infine, l’imbottigliamento. Tradizione ed innovazione collaborano per ottenere i risultati migliori.

Vigneti

L’azienda coltiva vitigni di 12 varietà di uve sia a bacca bianca che rossa, in differenti zone geografiche.

Microclima

.Cortaccia – Magrè La zona di Cortaccia-Magrè si trova nella parte meridionale della Bassa Atesina, vicino al confine con il Trentino; unisce clima mediterraneo del Lago di Garda a quello alpino delle Dolomiti. I vigneti si estendono lungo la riva destra del fiume Adige. .Aica di Fiè allo Sciliar Aica di Fiè, una frazione del comune di Fiè allo Sciliar, si trova all’interno del Parco Naturale dello Sciliar-Catinaccio. .Montagna – Egna Montagna, le sue frazioni e Mazzon (frazione di Egna) si trovano sulla sinistra orografica del fiume Adige, godono di una posizione soleggiata e sono considerate a livello internazionale le zone di produzione del Pinot Nero in Alto Adige per eccellenza. .Bolzano Il piccolo e tradizionale vigneto Stubengüter” nel quartiere a nord del centro storico di Bolzano produce il Lagrein, il rosso autoctono altoatesino e beneficia della calda esposizione al sole nel bacino del capoluogo.

Terreno

.Cortaccia – Magrè La zona di Cortaccia-Magrè si trova nella parte meridionale della Bassa Atesina, vicino al confine con il Trentino; unisce clima mediterraneo del Lago di Garda a quello alpino delle Dolomiti. I vigneti si estendono lungo la riva destra del fiume Adige. .Aica di Fiè allo Sciliar Aica di Fiè, una frazione del comune di Fiè allo Sciliar, si trova all’interno del Parco Naturale dello Sciliar-Catinaccio. La zona è nota per la sua tradizione vitivinicola e per la presenza di suolo vulcanico. .Montagna – Egna Montagna, le sue frazioni e Mazzon (frazione di Egna) si trovano sulla sinistra orografica del fiume Adige. .Bolzano Il piccolo e tradizionale vigneto Stubengüter” nel quartiere a nord del centro storico di Bolzano produce il Lagrein.

Indirizzo:

Via Castello 4 Frazione Niclara - 39040 Cortaccia s.S.d.V. (BZ)

Le bottiglie di questa cantina: