Cerca
Close this search box.

Vino di Anna

Vino di Anna è un piccolo possedimento di famiglia situato sul lato nord dell’Etna, dove Eric Narioo e Anna Martens producono vini secondo natura da 10 anni. Il vero patrimonio aziendale sono piccoli appezzamenti di viti vecchie (da 60 a 100 anni)coltivate in biodinamica tra Solicchiata, Linguaglossa e Maletto. L’altitudine varia tra 760 e 1200 metri e la luminosità unica di questi vigneti montuosi, con terreni di lava variabili e scomposti, conferisce ai vini una spiccata sapidità.

Vino di Anna è un piccolo possedimento di famiglia situato sul lato nord dell’Etna, dove Eric Narioo e Anna Martens producono vini secondo natura da 10 anni. Il vero patrimonio aziendale sono piccoli appezzamenti di viti vecchie (da 60 a 100 anni)coltivate in biodinamica tra Solicchiata, Linguaglossa e Maletto. L’altitudine varia tra 760 e 1200 metri e la luminosità unica di questi vigneti montuosi, con terreni di lava variabili e scomposti, conferisce ai vini una spiccata sapidità.

Anna ed Eric hanno prodotto il loro primo vino insieme sull’Etna nel 2008. Nel 2010 la coppia ha acquistato il primo vigneto di vecchio vitigno Nerello Mascelese in Contrada Crasà, insieme ad un vicino palmento e “deposito” abbandonato. Oggi l’azienda vinicola di famiglia possiede 7 ettari di terreno sparsi sulle pendici settentrionali del vulcano, che coltivano in modo biodinamico. Insieme producono una gamma di vini, espressiva del loro “terroir”. Producono anche olio extravergine di oliva e aiutano a curare la rara ape nera siciliana.

Eric e Anna mirano a produrre vini che siano gustosi, espressivi, fedeli alla loro provenienza e che riflettano la stagione di crescita di quell’anno. Tutti i vigneti sono curati a mano e allevati senza l’uso di prodotti chimici. Solo uve sane e mature vengono raccolte a mano, nei mesi di settembre e ottobre. C’è un intervento minimo in cantina. La fermentazione avviene ad opera di lieviti indigeni, senza additivi, senza chiarifica o filtrazione. Nella produzione viene utilizzata poca o nessuna SO2. La loro esperienza combinata e il continuo desiderio di ricercare tipicità, mineralità e bevibilità si riflettono nel bicchiere.

Anna si occupa di vinificazione da oltre trent’anni. Originaria di Adelaide, South Australia, ha una formazione formale come enologa. Tuttavia, un incontro casuale con il suo attuale marito, Eric Narioo nel 2004, l’ha portata su una strada diversa dal realizzare Super Tuscans. Eric, uno dei primi sostenitori dei vini “naturali”, l’ha portata in un viaggio attraverso la Savoia, il Giura e la Loira per vedere come i vignaioli coltivavano la loro terra e creavano i loro vini. Anna è stata agganciata e con Eric al suo fianco, ha deciso di trovare il proprio appezzamento di vigneto per lavorare insieme. Il fascino e le terrazze relativamente sconosciute dell’Etna hanno catturato la loro attenzione e nel 2008 è stato prodotto il loro primo vino “Vino di Anna Rosso”.

Il francese Eric Narioo è nel settore del vino da sempre! Appassionato di vino, Eric si procura da anni vini di terroir e tipicità da tutto il mondo. Negli ultimi quindici anni, oltre ad essere l’amministratore delegato della società britannica di importazione di vino di grande successo, Les Caves de Pyrene e dietro la creazione di un gruppo di enoteche e ristoranti naturali, è stato responsabile dei vigneti e della vinificazione presso ” Vino di Anna” con Anna. Sempre con un “occhio” per un vigneto abbandonato e voglia di sperimentare, forse questa azienda vinicola avrebbe dovuto chiamarsi “Vini di Eric”…. solo che non suona bene in italiano.

La squadra del “Vino di Anna” è giovane, energica, appassionata e locale. Tonino, Nino, Valerio, Antonio, Nerina ed Enzo fanno tutti parte da molti anni della “squadra” del Vino di Anna. Lavorando al fianco di Eric e Anna, si prendono cura dei vigneti, aiutano a produrre e imbottigliare i vini, raccolgono le olive e si prendono cura delle api. Ognuno di loro è una parte importante di questo piccolo dominio familiare.

La coppia possiede anche due ettari nell’isolata contrada Pirao, che confina con il Parco Nazionale a 1000 metri di altitudine. Qui il loro vino rosso più etereo viene prodotto in quantità minuscole.

Vigneti

L’altitudine dei vigneti varia dai 730 ai 1200 metri sul livello del mare. Il vitigno principale delle pendici settentrionali dell’Etna è il Nerello Mascalese. Piccole quantità di Nerello Cappuccio, Alicante (Grenache) e varietà bianche autoctone; il Grecanico, Catarratto, Carricante e Minella Bianca sono co-piantati in molti vigneti.

Microclima

Microclima tipicamente Etneo. Estati molto calde con forti escursioni termiche durante la notte anche per l’altitudine non trascurabile.

Terreno

I terreni sono basalto nero e grigio scuro, talvolta sabbiosi, spesso rocciosi. Si sono formati nel corso di centinaia di anni da diverse colate laviche e sono ricchi di minerali, dando vita a vini con elevata acidità, struttura tesa e note sapide e minerali.

Indirizzo:

Via Crasa 1, Fr. Solicchiata (SP64) 95012 Castiglione di Sicilia (CT)

Le bottiglie di questa cantina: