Cerca
Close this search box.

Case Alte

Da tre generazioni la famiglia Vaccaro produce vini a Camporeale, piccolo centro agricolo in provincia di Palermo; un territorio collinare, contraddistinto da condizioni pedoclimatiche particolarmente favorevoli che danno luogo a una straordinaria produzione di vini dalle eccellenti caratteristiche organolettiche.

Camporeale è un piccolo centro di circa 4000 abitanti, della provincia di Palermo, posto nella Val di Mazara.

E’ situato a cavallo delle due provincie di Palermo e Trapani, che si sono contese il fertile territorio per circa 150 anni, fino al I954, anno del passaggio alla circoscrizione amministrativa di Palermo, di cui costituisce la 181 parte della superficie.

L’antico nome Macellaro, secondo testimonianze storiche e archeologiche, probabilmente deriva dall’antico nome di Makella, posta tra Palermo e Segesta, che fu distrutta nel 260 a.C. dai consoli romani Caio Duilio e Gneo Pompeo. L’economia locale è legata all’agricoltura e alla commercializzazione dei suoi prodotti principali: grano, olio, vino e meloni.

Azienda

Da tre generazioni la famiglia Vaccaro produce vini a Camporeale, piccolo centro agricolo in provincia di Palermo; un territorio collinare, contraddistinto da condizioni pedoclimatiche particolarmente favorevoli che danno luogo a una straordinaria produzione di vini dalle eccellenti caratteristiche organolettiche. Tutto inizia con Giuseppe Vaccaro, uomo di grande esperienza e profondamente innamorato della propria terra. Negli anni ’50 del secolo scorso, Giuseppe intuisce il potenziale di questo territorio e decide di iniziare a vinificare le uve della propria tenuta, Catarratto e Nerello Mascalese, nella sua piccola bottega; i vini ottenuti sono destinati alle taverne palermitane che iniziano in breve tempo ad apprezzare il prodotto.

Incoraggiato dal successo ottenuto, nel 1963 Giuseppe decide di ampliare l’azienda e di acquistare dei terreni e un caseggiato in Contrada Macellarotto, a cui si aggiungono ulteriori dieci ettari acquistati nel 1986. Sul promontorio su cui svettano le case che ospiteranno in seguito la cantina, e che daranno il nome all’azienda Case Alte, Giuseppe con l’aiuto del figlio Calogero intraprende la coltivazione di Catarratto, Grillo, Syrah e Nero d’Avola, rigorosamente in regime di agricoltura biologica.

Nel 2010, incentivati dall’interesse e dalla partecipazione del giovanissimo figlio di Calogero, anch’esso Giuseppe, i Vaccaro decidono di investire sulla costruzione di una piccola cantina e sulla produzione di vini che esprimano l’amore per la propria terra e per i propri vigneti che da cinquant’anni lega questa famiglia alla Contrada Macellarotto e alle sue Case Alte. Un amore che guarda al futuro, con particolare attenzione ai temi della sostenibilità e dell’agricoltura biologica, ma che non dimentica la sua storia e la cura che le passate generazioni hanno dedicato a ogni singolo grappolo d’uva.

Vigneti

I vini ottenuti principalmente dalle uve Catarratto, Nerello Mascalese, Nero d’Avola, Syrah e Grillo.

Microclima

Microclima ventilato che ripara i vini dall’umidità.

Terreno

La cantina Case Alte deve il suo nome al promontorio sul quale venne edificata, formato da dolci colline che si perdono all’orizzonte per dare spazio a imponenti rilievi montuosi. Tra le macchie verdi sorgono antichi borghi che hanno da sempre convissuto in queste vecchie terre, dove sembra che l’intervento dell’uomo non sia mai esistito. Suoli argilloso-sabbiosi. Microclima ventilato che ripara i vini dall’umidità.

Indirizzo:

Via Pisciotta, 27, 90043 Contrada Macellarotto, Camporeale PA