Cerca
Close this search box.

Domaine Frantz Saumon

Importantissimo per Frantz è stato il suo percorso scolastico durante il quale ha avuto la fortuna di conoscere e diventare amico di Christian Chaussard (Domaine Le Briseau), una delle voci più influenti del “Vin naturel”, scomparso prematuramente non molto tempo fa. Questo rapporto ha fortemente influenzato quella che è attualmente l’attività produttiva di Frantz e come essa viene svolta.
Egli pratica un’agricoltura completamente biologica/biodinamica e fa maturare i propri vini in serbatoi di acciaio inox e botti di legno di diverse dimensioni. Tutti i vini sono fatti fermentare naturalmente.

Frantz Saumon stabilisce le fondamenta del suo domaine a Montluois sur Loire nel 2002, dopo alcune esperienze a contatto con la natura come guardia forestale, compito che di discosta di molte spanne dal lavoro del viticoltore amante della terra e della vigna. Con impegno e dedizione si mette a studiare la conformazione dei terreni in modo da impiantare vigneti che possano durare nel tempo e che possano dare frutti che si trasformano in prodotti che richiamano il territorio che li circonda.
La fortuna di Frantz è stata quella di conoscere Christian Chaussard esperto e conoscitore di vini naturali che, come ogni guida, prendo l’allievo sotto la sua ala trasformando un acerbo viticoltore in un esperto conoscitore della vigna e dei vitigni adatti alle lavorazioni non convenzionali. Il rapporto ha fortemente influenzato Frantz rendendo l’indirizzo attuale preso e riadattato in base ai consigli ricevuti, impronta che oggi si intravede sia nei prodotti che nella cura della vigna.
Frantz Saumon pratica un’agricoltura volta a protezione della biodiversità, instaurando un rapporto con la natura intimo, sposando una filosofia che varia dal biologico al biodinamico in considerazione di molti fattori e dal cambiamento che essi hanno nel corso degli anni.
Le fermentazioni in cantina vengono solo spontaneamente, ai vini non vengono aggiunti solfiti, l’uso di anidride solforosa è ridotta al minimo e non vengono effettuate filtrazioni ne chiarifiche. Gli affinamenti prevalentemente sono effettuati in acciaio e in legno in base alla produzione prevista e al vino che si vuole ottenere.
Il vitigno prevalentemente coltivato da Frantz è quello dello Chenin che lo coltiva in 5 diversi vigneti, in modo da trasportare le sostanze nutritive di diversi terroir all’interno del vino dandogli delle caratteristiche organolettiche completamente diverse. L’età della vigna varia molto da vigneto a vigneto, dai 20 ai 50 anni, anche se in alcuni terreni ci sono vigne che raggiungono 70/100 anni.
I vini di Franz Saumon sono vini freschi che fanno spiccare la mineralità data dal terroir e con gli anni e l’esperienza maturano e migliorano.

Vigneti

Il vitigno prevalentemente coltivato da Frantz è quello dello Chenin che lo coltiva in 5 diversi vigneti

Microclima

Questa regione viticola gode di un clima particolarmente stabile. Il caldo estivo e il freddo invernale non raggiungono picchi eccessivi.

Terreno

Sul tufo tenero di queste colline, la vite riesce ad affondare le sue radici ad incredibili profondità restituendo chenin gastronomici di grande acidità capaci di sfidare il tempo

Indirizzo: