Cerca
Close this search box.
Categorie
Blog

La sfida tra Cannonau di Sardegna!

Per la sfida di questo mese vi proponiamo:

Perdarubia “Perda Rubia” Cannonau 2018 e Pusole “Saccarè” Cannonau 2017, stesso vitigno, stessa regione, stesso territorio (l’Ogliastra), due grandi Cannonau fortemente legati alla terra da cui provengono……

Siamo in Sardegna, in provincia di Nuoro, precisamente nell’entroterra dell’Ogliastra, dove l’azienda Perdarubia produce nella storica cantina di Cardedu il Cannonau di Sardegna”Perda Rubia”. Il Cannonau di Sardegna Perda Rubia è un vino Cannonau cresciuto in purezza (100%) su piede franco. I vigneti di questo Cannonau si trovano in Ogliastra, nella Costa Orientale della Sardegna. Estesi per 20 ettari, sono coltivati con metodo biologico, secondo la tradizionale tecnica agronomica. Hanno un’età media di 20 anni, e la resa è di circa 50 q.li/ha. Per la vinificazione viene impiegato solo mosto fiore e la fermentazione avviene a contatto con le vinacce per un breve periodo di tempo. L’affinamento avviene in grandi botti di rovere con successivo lungo riposo in bottiglia. Il risultato è un grande Cannonau dal colore rosso rubino tenue. Al naso risulta piacevolmente intenso; spiccano le note floreali e i toni speziati. Al palato è rotondo e avvolgente; i tannini sono ben integrati e la persistenza è molto gradevole.

Restiamo in Sardegna, a pochissimi km di distanza precisamente nel comune di Baunei e di Lotzorai dove l’azienda agricola Pusole produce il Cannonau di Sardegna Saccarè. Il vigneto Sa Scala di Cannonau nel comune di Lorotzai da dove provengono le uve da cui nasce questo vino è un terreno di terrazze alluvionali formatesi su suoli dalla incredibile variabilità: si va da terreni scistosi ricchi di argilla a suoli di origine alluvionale sabbiosi e ricchi di sassi. In cantina si segue un lavoro non interventista, le uve vengono accompagnate durante la loro trasformazione. Vinificazione in piccole vasche da 25 Hl, nessun controllo della temperatura ma raffreddamento con frequenti rimontaggi che arieggiano le masse. Fermentazione con pied de cuve per esaltare al massimo i tratti del territorio, del varietale e dell’annata (non vengono utilizzati antimuffa poichè antifermentativi). Macerazione di tutti i vini sulle bucce (mediamente 10 giorni ma dipende dalle caratteristiche dell’ annata e dal gusto) e fermentazione malolattica che termina in modo naturale. Nessuna filtrazione prima dell’imbottigliamento. Un vino che esprime solarità e integrità di frutto. Profumi di macchia mediterranea, giuggiole, olive al forno, scorza di arancia amara e qualcosa di lievemente affumicato. Un sorso caldo che sa di cose confortevoli, di pace, di lentezza. La lentezza del lungo affinamento in vetro di questo vino: in bottiglia dal luglio successivo alla vendemmia, dopo otto mesi di sosta in barrique usate, e messo in commercio solo dopo tre anni. Un’attesa che non deluderà gli estimatori dell’autenticità del cannonau.

Siamo di fronte a due meravigliose espressioni di Cannonau, due vini che rappresentano perfettamente una regione come l’Ogliastra, capace di regalare grande diversità geologica, passando dal mare a formazioni montuose estremamente variegate. Due bottiglie dalla grande struttura e personalità, vino più immediato e fine il “Perda Rubia” 2018 il quale affianca ad una spalla importante una grandissima freschezza e sapidità che fanno intuire l’enorme potenziale di invecchiamento, un Cannonau che darà il meglio di se fra 7-8 anni. Vino più pronto e potente il “Saccarè” 2017 che concede con una stratificazione aromatica profonda che porta con sé la maturità del frutto delle uve senza concessioni zuccherine (il vino non ha residuo zuccherino anche se potrebbe sembrare il contrario). Caratteristiche date dalla lentezza del lungo affinamento in vetro di questo vino: in bottiglia dal luglio successivo alla vendemmia, dopo otto mesi di sosta in barrique usate, e messo in commercio solo dopo tre anni. Un’attesa che non deluderà gli estimatori dell’autenticità del cannonau.

Due vini diversi nonostante la loro vicinanza geografica, due strade stilistiche differenti che portano nella stessa direzione: rispetto della natura e ricerca maniacale della qualità. il risultato sono due Cannonau d’antologia, una cartolina di quella meraviglia terra che è la Sardegna con tutto il suo potenziale vincolo e le sue diversità geologiche.

DEGUSTIBUS!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *