Le colline di Conegliano, 

terra di Prosecco.

Il Rive di Ogliano, Prosecco docg BiancaVigna

Conosciamo a fondo ogni palmo delle colline che vanno da Conegliano a Valdobbiadene, i luoghi che danno sapore e profumo ai nostri vini.

Crediamo che capire la terra e saperla interpretare sia l’unico modo per dare vita ad un Conegliano Valdobbiadene di qualità, capace di farsi portavoce di un territorio, dei suoi profumi e sapori, ma anche della sua storia e tradizione.

Nasce da qui BiancaVigna, dal carattere unico dei 30 ettari di vigna delle zone D.O.C.G. e D.O.C. dell’Alta Marca Trevigiana, tra Conegliano città del Cima, Pieve di Soligo capoluogo del Quartier del Piave e Valdobbiadene, protagonista assoluta della storia del Prosecco. Noi coltiviamo in proprio le nostre uve e cerchiamo di portare nelle nostre bottiglie qualcosa di ognuno di questi luoghi in un mix ideale di umori e sapori che alla fine siano lo specchio della nostra storia.

Vendemmia eroica a Conegliano

La Storia di Biancavigna,
     una giovane tradizione.

BiancaVigna è stata fondata nel 2004 dai fratelli Elena e Enrico Moschetta che, per la prima volta, vinificano e spumantizzano in proprio le uve provenienti dai vigneti di famiglia, terre già del nonno Genesio dall’inizio del 1900.

BiancaVigna nasce da un legame che unisce persone, territorio e vino, dal rispetto per la bellezza e la tradizione di queste colline. Nasce dalla ventennale esperienza enologica di Enrico e dalla visione imprenditoriale di Elena, aiutati nella distribuzione italiana ed estera dal marito Luca Cuzziol.

Qualità che in poco più di vent’anni portano i vini BiancaVigna ad essere scelti in tutto il mondo e in Italia: il Conegliano Valdobbiadene BiancaVigna è presente nella carta dei vini di ristoranti stellati, importanti hotel internazionali e selezionate enoteche.

Tutto ha inizio 

con il nonno paterno Genesio, nato nel 1903, che continuando a coltivare i vigneti del bisnonno Luigi fin dai primi del novecento, forte della sua esperienza come direttore della Latteria di Santi Angeli, acquista i primi vigneti fra cui la storica vigna a San Gallo.

In seguito

il padre Luigi negli anni 50-60 acquista altre vigne nella zona storica del Conegliano-Valdobbiadene e trasmette la propria passione al figlio Enrico il quale decide di intraprendere i propri studi alla Scuola Enologica di Conegliano conseguendo il titolo di enologo nel 1984.

In questi anni le uve provenienti dai vigneti di proprietà vengono conferite prima alla cooperativa sociale locale e successivamente vendute ad alcune cantine di Valdobbiadene.

Nei primi anni duemila

Elena, grazie all’esperienza manageriale maturata in aziende multinazionali e di multiutilities, coinvolge nel progetto il fratello Enrico, allora quarantenne formatosi in primarie aziende del comprensorio del Conegliano Valdobbiadene, ed il marito Luca Cuzziol, con i fratelli Bepi e Grazia, a capo di una delle prime aziende in Italia nel settore della distribuzione dei vini fini.

Nasce così BiancaVigna.

La cantina BiancaVigna a Ogliano

Nel 2008 l’azienda aderisce al Piano di Sviluppo Rurale e si dota di un impianto tecnologicamente avanzato che permette di migliorare la qualità e la produzione degli spumanti affermandosi cosi ben presto per il livello qualitativo dei suoi vini.

Con circa 30 ettari vitati in collina, producendo 600.000 bottiglie a marchio proprio, il Conegliano-Valdobbiadene di Biancavigna è recensito in tutte le più importanti riviste e guide italiane ed estere ed è protagonista nelle migliori tavole dei ristoranti in Italia e nel mondo.

A circa vent’anni dalla nascita dell’azienda, i fratelli Elena ed Enrico hanno trasformato in realtà il loro piccolo grande sogno attraverso una grande determinazione e ad un grande lavoro di squadra.